Come generare rapporti sui costi pubblicitari

La pubblicità è essenziale per rendere il mondo consapevole dell'esistenza della tua piccola impresa e per convincere i potenziali clienti ad acquistare il tuo prodotto o servizio. Molti proprietari di piccole imprese, tuttavia, non sono sicuri di come riportare i costi pubblicitari nei loro rendiconti finanziari e nelle dichiarazioni dei redditi. È possibile evitare confusione seguendo le linee guida per la rendicontazione dei costi pubblicitari contenute nella Dichiarazione di posizione 93-7 dell'American Institute of Certified Public Accountants.

SOP 93-7

"SOP 93-7; Reporting on Advertising Costs" è stato pubblicato in risposta a un dibattito all'interno dell'industria e del governo sull'opportunità di trattare i costi di pubblicità come attività o spese capitalizzate sui bilanci della società. Trattare i costi pubblicitari come attività capitalizzate ha il vantaggio di gonfiare il valore delle attività sui bilanci aziendali. Ciò può far sembrare le aziende più preziose e possibilmente fuorviare il pubblico che investe in azioni sul vero valore di un'azienda. La SOP 93-7 ha stabilito, con alcune eccezioni per la pubblicità a risposta diretta, che i costi pubblicitari devono essere riportati come spese di bilancio, non come attività.

SOP 93-7 è parte integrante dei principi contabili generalmente accettati sotto l'autorità del Financial Accounting Standards Board. Il Sarbanes-Oxley Act del 2002 impone alle società pubbliche di conformarsi alle linee guida di rendicontazione GAAP. Le società private sono esentate dalla conformità ai GAAP, ma si evitano i rischi di incontri con l'Internal Revenue Service grazie alla conformità.

Spendere i costi pubblicitari

La SOP 93-7 richiede l'addebito di costi pubblicitari quando i costi vengono sostenuti o la prima volta che viene effettuata la pubblicità. I costi dei media pubblicitari devono essere pagati la prima volta che la pubblicità viene eseguita. I media, come definiti dalla SOP 93-7, comprendono i media radiotelevisivi, le pubblicazioni commerciali e di consumo, i giornali, la posta diretta, gli elenchi, i cartelloni pubblicitari, i cataloghi, il materiale collaterale, il materiale per punti vendita, le sponsorizzazioni e la pubblicità cooperativa. I costi di produzione pubblicitaria devono essere spesati nel momento in cui i costi sono sostenuti anziché all'inizio della pubblicità. Sebbene la pubblicità online non fosse specificatamente inclusa nella SOP 93-7, la pubblicità online dovrebbe essere spesa secondo Accounting Tools, un fornitore online di corsi di autoapprendimento per professionisti della contabilità.

Pubblicità a risposta diretta

La pubblicità a risposta diretta può essere capitalizzata nell'ambito della SOP 93-7 quando lo scopo principale della pubblicità è acquisire clienti che possono essere dimostrati essere stati acquisiti esclusivamente dalla pubblicità. Inoltre, un inserzionista deve presentare prove credibili che il tasso di risposta alla pubblicità è simile ai tassi di risposta di precedenti campagne simili che hanno prodotto benefici economici futuri.

La difficoltà nell'esercizio della rinuncia alla risposta diretta è esemplificata nell'ordine di cessazione e desistenza ottenuto dalla Securities and Exchange Commission contro American Online nel 2000. AOL ha cercato di capitalizzare il costo della distribuzione di dischetti per computer a milioni di potenziali abbonati negli anni '90 . Le attività di AOL hanno soddisfatto il requisito di acquisizione del cliente. Tuttavia, la società non ha fornito alla SEC prove storiche verificabili che i suoi risultati fossero simili alle passate attività di risposta diretta della società.

Costi pubblicitari vari

Regali, viaggi e intrattenimento sono aree grigie in cui i proprietari di piccole imprese a volte inciampano quando dichiarano queste spese come spese pubblicitarie o di marketing. Gli articoli speciali pubblicitari stampati, comunemente noti come swag, sono spese pubblicitarie legittime. Tuttavia, l'IRS pone un limite di $ 25 sul valore dei regali per persona, indipendentemente dal fatto che siano stampati o meno. Fare riferimento al sito web dell'IRS per le linee guida sui viaggi d'affari e l'intrattenimento rispetto ai viaggi e all'intrattenimento personali. Se utilizzi software per computer "standard" per la progettazione e lo sviluppo del tuo sito web, devi spendere il costo del software. Puoi capitalizzare il costo del software se si tratta di software su misura, espressamente per la tua attività.

messaggi recenti