Conseguenze di una violazione di un contratto di lavoro a tempo determinato per i dipendenti

Un contratto di lavoro a tempo determinato è un accordo legale che un datore di lavoro firma con quello che è noto come un dipendente a contratto. Definisce doveri specifici, termini di pagamento e data di scadenza, dopo la quale il dipendente lascia l'azienda a meno che non sia trattenuto con un nuovo contratto. Una violazione si verifica quando una delle parti infrange i termini, il che può includere la mancanza di salari promessi o un lavoro scadente. Chiedi a un avvocato di rivedere tali contratti prima di firmarli.

Perdita di denaro

La conseguenza più immediata di una violazione del contratto di lavoro è la perdita di denaro. Anche se i dipendenti sono senza colpa, i loro casi possono richiedere mesi o anni per essere risolti da arbitri e tribunali. I lavoratori a contratto senza risparmi adeguati sono particolarmente vulnerabili e hanno poche possibilità di ricorso a breve termine, quindi è saggio per i dipendenti a contratto avere dei risparmi per mantenersi.

Reputazione negativa

I dipendenti vittime di violazioni del contratto a tempo determinato possono vedersi macchiata la propria reputazione, in particolare se si verificano più di una volta. Se le violazioni sono causate dai dipendenti, non hanno nessuno da incolpare tranne se stessi. Se i datori di lavoro sono in colpa, i dipendenti possono avere difficoltà a cercare di contrastare le reputazioni negative che possono derivare. Per proteggersi, i lavoratori a contratto dovrebbero evitare le aziende con pratiche di assunzione discutibili.

Prospettive

I lavoratori devono elencare l'occupazione precedente su quasi tutte le domande di lavoro. Anche se i datori di lavoro avessero chiaramente torto e licenziassero i lavoratori senza motivo, quei dipendenti potrebbero avere difficoltà a riconquistare la propria reputazione. In un settore altamente competitivo, i datori di lavoro hanno pochi incentivi a rischiare con chiunque abbia anche solo un accenno di controversia, nonostante quella che potrebbe essere completa innocenza.

Morale basso

Anche se le aziende non licenziano i dipendenti dopo una violazione del contratto da entrambe le parti, il morale basso può rapidamente risultare se i dipendenti si sentono non apprezzati o maltrattati. Una comunicazione di successo implica un dialogo onesto, che porta a meno sorprese e a un morale più alto. Quelle aziende che si comportano costantemente bene riconoscono questo principio e si prendono cura di vagliare attentamente i potenziali dipendenti e trattarli con rispetto una volta saliti a bordo.

messaggi recenti